Sarah Hunter: Fetish romantica

Ciao Sara (Nicotine), grazie per il tuo tempo. Ho dato un’occhiata al tuo sito ed alle tue foto, mi piace il tuo stile. Adoro i tuoi capezzoli!

Grazie!

Comunque… cominciamo! Sei una femminista?

Tutte abbiamo un’idea diversa su cosa vuol dire essere femminista. I media hanno cercato per anni di farci credere che una femminista é una donna brutta che odia gli uomini e non ha nessun senso dell’umorismo. Credo che uomini e donne debbano avere gli stessi diritti sociali, politici ed economici e che le donne abbiano bisogno di essere più riconosciute nel loro ruolo di madri. Si, potrei definirmi una femminista ma non credo che le donne siano migliori degli uomini per definizione. Credo che il femminismo sia necessario ancora oggi per fare in modo che la gente si renda conto delle diseguaglianze tra uomo e donna nel mondo.

Sei una donna con un forte senso della creatività alternativa, hai mai pensato di diventare editrice nel campo del Fetish e dell’erotismo alternativo?

Certo, ci ho pensato ma tra l’università, viaggiare da un’evento all’altro e fare shooting al momento non ho tempo.

Prima di fare la modella, avevi qualche idea su cosa fare?

Prima di fare la modella volevo lavorare in un’organizazione per i diritti degli omosessuali. Sfortunatamente non mi rendeva dei soldi visto che si trattava di una ONG .

Quando ti sei resa conto che non avresti avuto successo come modella tradizionale? Preferisci la moda alternativa e l’erotismo? Perchè?

Non penso di avere un look particolare, il mio unico tatuaggio e la maggior parte dei miei piercings di solito vengono coperti, quindi raramente sono un problema. Il fatto è che trovo generalmente la moda alternativa e l’erotismo più interessanti che la moda tradizionale o l’erotismo classico. Credo che le modelle alternative ed i loro fotografi abbiano in genere più immaginazione di quanta ne abbiano gli altri che lavorano nella moda tradizionale o nell’erotismo classico.

Qual’é la tua favorita, tra le riviste dove appari?

Ho sempre amato Marquis Magazine e sono stata entusiasta quando mi sono ritrovata su un numero della rivista. DDI é stata la mia prima copertina e quindi sarà sempre la mia preferita.

Perché fai la modella? È un bisogno d’affetto e riconoscimento? Un desiderio naturale di farsi verdere?  È un’arte o una droga?

Faccio la modella perchè mi diverte. Mi fa sentire bene con me stessa, Mi piace guardare i fotografi o una fotografia e sentirmi orgogliosa del mio contributo alla comunità artistica della subcultura che ho scelto.

Durante uno shooting ti senti più un’artista o una scultura in movimento?

Direi un po’ entrambe le cose. Mi piace pensare che il mio sforzo nella collaborazione con il fotografo e gli stilisti sia qualcosa che ci unisce per creare qualcosa di meraviglioso. Uno dei miei obiettivi è lavorare con molti stilisti in futuro.

Se gli abiti possono essere arte, c’e un qualcosa che hai indossato e consideri un’opera d’arte?

Ho una serie di corsetti che sono tra I miei favoriti e mi rendono bellissima e sexy. Potrei ammirare per l’eternità alcuni dei vestiti che ho visto su Haute Macabre.

Hai mai guardato una fotografia e pensato: “oh, questa non sembro proprio io”?

Credo che capiti con ogni fotografia.

Con che fotografo ti piace di più lavorare e perche?

Ci sono alcuni fotografi tra i miei favoriti, in diverse città, con cui adoro lavorare e quando sono nella loro città, lo faccio sempre. Nessun fotografo famoso, in ogni caso.

Potresti descriverci la dinamica fotografo/modella? Ti sei mai sentita scomoda mentre ti fotografavano?

Mi sento scomoda, se il fotografo si sente scomodo. Molti fotografi con poca esperienza fanno lo sbaglio di condividere troppe cose personali o di fare troppe domande alla modella. La fotografia dovrebbe essere una divertente collaborazione tra artisti che condividono il giusto feeling ed è difficile divertirsi se qualcuno si sente sotto esame.

Che qualità rendono un fotografo brillante?

Ogni fotografo deve avere la sua visione e la sua idea personale su ciò che vuole scattare.

Questo aiuta entrambe le parti a sentirsi motivate. 

È facile sentirsi coinvolte da uno shooting se lo è anche la persona con cui stai per scattare.

Dici ciò che pensi delle immagini ai fotografi? Fai presente in modo diretto quando un’immagine non ti piace o hai una maniera piu sottile di farlo capire senza che il fotografo si senta “offeso”?

Non dico mai ad un fotografo che non mi piacciono le fotografie che abbiamo appena fatto. Mi sembrerebbe scortese. Provo sempre a dare una visione costruttiva riguardo alle foto che credo potrebbero essere un po’ migliori. 

Chi è il miglior fotografo con cui hai lavorato?

Ho lavorato con molti fotografi pieni di talento ma sono incapace di dire chi è il mio favorito. Ho una lunga lista di fotografi con cui mi piacerebbe scattare prima o poi. 

Di: Sara Ballini.

Model: Sarah Hunter (Nicotine)

Ph: Ken Marcus /  Richard Kadrey /Dastardly Dave