Lady Lucie Latex: tutti i colori del Latex

Ciao Lady Lucie! I migliori saluti dall’Italia. Quindi, prima di tutto, quando scopri la tua passione per il Fetish Fashion e per il Latex?

Ciao, grazie per avermi concesso questa intervista!
Sono sempre stata attratta dalla scena alternativa, dal glamour vintage e dall’estetica Fetish. Dopo gli studi; uno dei miei primi impieghi e stato quello di lavorare in un negozio di tatuaggi e piercing. Vendevano vestiti alternativi, compreso il Latex, anche se le attaccature venivano ancora cucite invece che incollate come ai giorni nostri, e il Latex era solo nero, blu o argento!

Dopo questa esperienza ho trovato lavoro presso un Circo come costumista, si usavano prevalentemente tessuti elastici, e da lì ho sviluppato la mia abilità per la corsetteria.

Con l’esplosione definitiva del Burlesque e la sua popolarità, grazie a icone come: Dita Von Teese, tutti gli accessori che venivano utilizzati in quegli spettacoli erano fortemente legati all’immaginario Fetish, al Circo e al glamour vintage. Per me tutto questo era una meravigliosa fonte d’ispirazione.

Il punto di svolta iniziale della mia carriera da Stilista di Latex è stata una notte in cui un mio amico del Circo mi ha portata al Torture Garden, un locale notturno londinese ormai divenuto un marchio mondiale. All’epoca ero una studentessa di moda, ma quella era la prima volta che vedevo il Latex indossato in quel modo.

Mi sono divertita molto in quel club, all’inizio ero intimidita, ma sentivo di aver trovato il mio genere di persone. I costumi indossati in quel club erano un’esplosione di creatività così ho capito che avrei voluto lavorare in quell’ambito.

Si vede che le tue collezioni mostrano una grande varietà di stili, ognuno davvero particolare e rappresentativo; Cosa ispira la tua creatività quando sviluppi una collezione?

Quando creo una collezione, scelgo un tema a cui sono interessata personalmente; spesso è legato alla mia passione per il Circo o alla cultura Pop. Devo trovarla divertente e che possa divertire anche gli altri. Poi, penso ad una Musa o a cosa mi piacerebbe indossare. Di solito non abbozzo idee, ma le studio direttamente su di un manichino per vederne subito la forma. Ad esempio la foto con: Morgana, agghindata da segretaria arriva direttamente dal film di: Steven Shainberg  “Secretary” del 2002. Ho lavorato con Morgana anche agli scatti fotografici per sviluppare bene il concetto.

La mia ultima collezione è tutta di Latex colorato e brillante. L’ho realizzata con l’intenzione di non usare i soliti colori come il nero e il rosso. Questo per mostrare la vasta gamma di colori che il Lattice può avere.

Il Latex è il materiale che utilizzi nelle tue creazioni. Perché è così importante per te usare solo lattice di ottima qualità?

Sono davvero meticoloso nei dettagli. Quando faccio le cose mi piace farle al massimo, la migliore qualità delle mie creazioni è quella di dover durare a lungo così da non avere sprechi o pesare ulteriormente sull’ambiente.

Ti piacciono anche altri accessori, gadget e materiali che ispirano il tuo abbigliamento?

La mia esperienza di lavorare con tutti  i tessuti, anche quelli tradizionali, mi aiuta molto a sviluppare le mie linee. Avere una buona capacità artigianale mi da la possibilità di ottenere capi con una vestibilità perfetta.

L’influenza Fetish sembra essere davvero importante nelle tue creazioni, ma anche nelle altre tue attività. Cosa ti ha spinto verso la scena Fetish?

Sono subito stata attratta dallo stile di vita alternativo e dal lato festoso della scena Fetish e dall’apertura mentale della gente che la frequenta. Con loro mi sono sentita rapidamente a mio agio. Potevo essere finalmente “me stessa”, ero a casa. Esempio: io; sono alta 188 cm, mi piace indossare tacchi a spillo il ché, mi porta ad una quota di 198 cm!! In una discoteca normale avrei attirato molta attenzione e commenti negativi, ma in un Fetish club questo non importa a nessuno, anzi è una cosa molto apprezzata!

Hai mai pensato che ci sia una commistione tra scene Fetish e cosplay, o la tua idea personale è quella di mescolare questi stili?

Sì,  certamente c’è una connessione tra Fetish e cosplay. Molti personaggi dei fumetti sembrano indossare costumi che si possono replicare magnificamente anche in Latex, quindi penso che sia un materiale perfetto anche per il cosplay. Come c’è, una forte connessione tra cosplaying e Fetish nel vestirsi e diventare un altro personaggio. È divertente interpretare un’altro ruolo. Quando ho iniziato a frequentare le Comic-Con qualche anno fa, vedevo pochissime persone che indossavano Latex, ma ora è diventato il materiale più popolare per il cosplay.

Quali sono i tuoi sentimenti e le tue emozioni quando vai a feste o a eventi Fetish?

Sono felice, a mio agio e completamente me stessa. Che reputo la cosa più importante.

Qual è il tuo rapporto con scarpe e tacchi alti?

Ho dei piedi molto grandi per una donna, porto un 45… Un vero ostacolo quando devi comprare delle scarpe, anche la mia altezza è un piccolo ostacolo se ti piace portare tacchi alti. Credo che se potessi comprare e mettermi molto più spesso i tacchi alti, avrei un’enorme collezione! Adoro le scarpe con i tacchi a spillo, le guardo rapita ma, purtroppo non le posso compare sempre. Sono interessata ad imparare a disegnarle e a farle, ma non ci sono ancora arrivata…

Allora grazie Lady Lucie per questa bella chiacchierata, speriamo di averti ancora ospite gradita nei nostri spazi in futuro.

Di: Sara Ballini

Stylist: Lady Lucie latex