Fidanzato in affitto

Donne di oggi.

Donne con esigenze contemporanee. Donne che devono pensare al lavoro prima che a se stesse. Donne che hanno un partner o una famiglia, dei figli da seguire, una giornata intensa e piena di impegni di ogni genere. Donne che fanno i conti coi minuti, sempre più contati. Donne che fanno i conti con la vita, sempre più affannosa. 

Donne che non hanno tempo di ritagliarsi qualche spicchio per curarsi di se. Le esigenze delle donne di oggi possono essere tante, e molto diverse tra loro. Le problematiche contemporanee possono rendere l’esistenza femminile quasi ingestibile.

Un inferno. 

Ma in fondo,un inferno che ci piace e, come si suol dire: esiste una soluzione per tutto.

In poche lo sanno. 

In poche sono disposte a crederci. 

Poche hanno il coraggio o la consapevolezza necessarie per trasformare una semplice ipotesi in una realtà concreta.

Lei lo aveva fatto. Aveva fatto la sua scelta. Ci aveva riflettuto a lungo. Aveva calcolato la posta, valutato i pro e i contro, tirato le sue conclusioni. Si era messa in gioco. Si era buttata. Si era lasciata andare.

Aveva deciso.

Avrebbe preso un uomo.

Non certo uno qualsiasi, of course. Sapeva bene che cosa voleva, cosa le serviva. Quali erano le sue necessità. Aveva fatto una lista e aveva perfettamente chiaro nella mente cosa doveva tenere in conto per cercare quello giusto.

Lo avrebbe selezionato, tra tanti. 

Un unico fortunato, tra diversi candidati. Ne avrebbe testato le qualità.
Lo avrebbe messo alla prova in mille modi possibili.
Infine, come premio, lo avrebbe scelto, unicamente per se stessa e le proprie occorrenze.
In cambio, gli avrebbe permesso di esserle devoto e venerarla come una dea. Gli avrebbe donato l’onore di servirla. Gli avrebbe dato ordini da eseguire e richieste da accontentare. Rendendolo succube, grazie a un semplice segnale..

Una presenza-assenza, nella stanza, nel suo appartamento. Nella sua vita.

La presenza di un uomo che, in realtà non c’è. Esiste solo per obbedire. Ha quell’unica funzione. Lei avrebbe pensato alla bellezza, alle cose a cui ama dedicarsi.

Solamente questo.

Niente più biancheria da lavare, panni da stirare, pulizie da fare, affitto da pagare. Niente più mani rovinate, unghie spezzate, pelli screpolate. Le sue uniche incombenze sarebbero alle sue dipendenze.  Che pensano a ogni faccenda, a ogni commissione, a ogni problema. 

Per lei: un maggiordomo, una tata, un giardiniere e un autista fusi in un’unica persona; che non chiede denaro, per quello che fa. 

Che non si risparmia in nulla.

 Un uomo in grado di dedicarsi alla divina creatura che l’ha voluto e accolto, di curare ogni aspetto della sua vita, nei minimi particolari, attendendo una punizione se non fosse stato capace di portare a termine i compiti assegnati. Senza fiatare.

Il premio: poterla toccare.

Anche solo sfiorarla con le labbra.

Sfiorare i suoi piedi, baciare i suoi passi. 

Lasciarsi dominare completamente dalla sua femminilità. 

Lasciarsi guidare dai suoi desideri, diventare uno strumento per il suo piacere;per i suoi bisogni. Senza pretendere nulla in cambio.

 Annullandosi per poter godere del solo privilegio di servirla e vederla appagata, soddisfatta. 

Di: Eliselle.

Ph: Marcello Mariquita.

Model: Svletana  / Sasha.

Model Agency: Why Not – Milano.