Alissa Noir: pornostar, modella e dominatrice a suon di pagan metal

Alissa Noir in poco tempo si è riuscita a creare un vasto pubblico, offrendo un’immagine forte e moderna. Oggi noi di Alufem l’abbiamo intervistata per scoprire un po’ meglio una delle nuove stelle del Fetish.

Ciao Alissa e grazie per la disponibilità nel rispondere a qualche domanda per Alufem. Per prima cosa, da dove vieni e come hai cominciato a lavorare in questo mondo?

Ciao, grazie a voi! Sono nata in Russia, ma ora vivo in Germania, a Berlino. Dieci anni fa ho iniziato con qualche shooting fotografico e in seguito sono diventata una web-cam model, pornostar e Dominatrix.

Hai diversi tatuaggi che ricoprono il tuo corpo, rendendoti una figura molto al passo coi tempi. Come vedi la crescita esponenziale che ha avuto la popolarità delle modelle alternative negli ultimi anni?

Ho deciso di riempire il mio corpo di tatuaggi ben prima che diventasse “figo” essere un’alternative model. Ma ora sono molto felice del fatto che le modelle tatuate ricevano molte più attenzioni che in passato. Non direi che sia più facile ottenere un lavoro se si è tatuati, ma non è più un problema ottenere maggiore riconoscenza nella società.

Quando sei entrata nel mondo del porno? Ti saresti mai aspettata questo successo?

No, non mi sarei mai aspettata di ottenere tanto successo nell’industria pornografica. Ho iniziato semplicemente perché mi piaceva davvero tanto e non ho pensato al futuro.

I miei primi passi sono stati molto amatoriali. Cinque anni fa ho creato “Alissa Noir” e ho lavorato tanto per costruire un’immagine interessante intorno a questa figura.

Il tuo stile sembra molto ispirato dal metal. Sei una fan del genere e di qualche band in particolare?

Si, sono una metallara e ci sono tante band che amo. La mia band preferita sono i Primordial. Sono una band pagan metal irlandese e sono innamorata follemente della voce del cantante. Spesso mi potete incontrare a qualche festival o concerto metal.

Oltre ad essere una modella e un’attrice sei anche una Dominatrice. Che attitudine ti piace adottare? Cosa pensi dei tabù?

Sono più una signora perversa che una classica Dominatrice. Ovviamente posso anche essere crudele e sadica, ma è più divertente quando posso ridere ed essere me stessa durante una sessione.

I tabù sono importanti per me. Odio quando la gente dice di non avere tabù, perché per come la vedo io è impossibile. Quando qualcuno mi dice di non avere tabù io rispondo: “Bene, allora voglio che ti spogli completamente e vai dal tuo vicino a chiedergli un appuntamento”. Sono sicura che non ci sia nessuno che lo farebbe, e questo è il punto.

Alcuni tuoi lavori rasentano la blasfemia. Pensi che sia sexy? Quanto ti diverti a fare questo genere di cose?

A volte uso crocifissi, vecchie bibbie o oggetti simili per i miei shooting o per i miei video, ma è solo per provocazione, nient’altro. Non significa che sono super religiosa o satanista, sono più impressionata dalle cose antiche.

Viaggerai sicuramente per lavoro, ti piace o lo trovi stressante?

In realtà non viaggio così tanto. Solo per andare in Svizzera ogni mese in uno studio in cui sto lavorando come Dominatrice. La maggior parte del lavoro la faccio a Berlino.

Non hai di certo tantissimo tempo libero, ma come ti piace passarlo quando ne hai l’occasione?

Si, il tempo libero è raro, ma non è un problema se ami il tuo lavoro. Se ho un pò di tempo libero vado al cinema, guardo Netflix, gioco a qualche videogioco, cucino o faccio esercizio fisico.

Sei riuscita a crearti un vasto pubblico, che rapporto hai con esso e con l’uso dei social?

Ho rapporti molto differenti che dipendono dal feedback che ricevo da essi. Se sono amichevoli e mi scrivono qualcosa di carino, solitamente rispondo. Ma ovviamente ricevo anche un sacco di commenti o messaggi spiacevoli. In quel caso blocco e non passo molto tempo a pensarci.

La tua carriera ti ha mai creato dei problemi a causa del giudizio degli altri?

In realtà no, ho sempre avuto la fortuna di conoscere persone a cui piace il mio lavoro e che preferiscono incoraggiarmi che giudicarmi negativamente.

Alissa ti ringrazio di nuovo e ti auguro il meglio per la tua brillante carriera! Vuoi dire qualcosa ai lettori di Alufem?

Grazie mille! Posso dire solamente di essere ciò che si vuole! Noi tutti abbiamo una sola vita ed è importante non sprecarla.

Di: Dario Puddu.

Model: Alissa Noir / Facebook / Instagram